MISURA 2 – Servizi di consulenza, sostituzione e assistenza

Finanziamenti in conto capitate per la consulenza aziendale.

PSR 2014-2020

L’intervento è volto ad aiutare gli agricoltori, i giovani agricoltori, i silvicoltori, gli altri gestori del territorio e le PMI insediate nelle zone rurali ad avvalersi di servizi di consulenza per migliorare le prestazioni economiche e ambientali nonché la sostenibilità e la resilienza climatiche dell’impresa e/o dell’investimento. Esso è attuato per mezzo di bandi pubblici che selezionano gli organismi di consulenza e i relativi progetti per la fornitura di servizi di consulenza.

 

La consulenza aziendale permette infatti ai fruitori del servizio di approfondire l’analisi delle prestazioni delle loro aziende e di individuare i necessari miglioramenti da apportare.

La misura 2 risponde prioritariamente al fabbisogno F2 (Adeguare e potenziare la rete di consulenza e di informazione alle imprese) e secondariamente, ai seguenti fabbisogni:

F1: Promuovere reti e collaborazioni tra le imprese e gli attori del sistema regionale della conoscenza;

F3: Qualificare gli operatori rurali in termini di competenze e conoscenze tecniche e manageriali;

F4: Migliorare la competitività sostenibile delle imprese agricole, agroalimentari e forestali;

F7: Sviluppare forme di integrazione orizzontale e verticale nelle filiere agroalimentari, no food e forestali;

F12: Limitare la contaminazione delle risorse non rinnovabili (acqua, suolo, aria) da parte delle attività agricole;

F13: Risparmio idrico nell’esercizio delle attività agricole.

La misura 2 contribuisce principalmente alla priorità 1 (Promuovere il trasferimento di conoscenze e l’innovazione nel settore agricolo, forestale e nelle zone rurali) e specificatamente alla focus area 1° (Stimolare l’innovazione, la cooperazione e lo sviluppo della base di conoscenze nelle zone rurali).

Dato il suo carattere di trasversalità, la misura 2 è anche collegata, in via secondaria, alle seguenti focus area: 1B, 1C, 2A, 2B, 3A, 3B, 4A, 4B, 4C, 5A, 5C, 5D e 5E.

La misura 2 attiva le seguenti sottomisure (e tipi di operazione):

sottomisura 2.1: Sostegno allo scopo di aiutare gli aventi diritto ad avvalersi di servizi di consulenza (tipo di operazione: Servizi di consulenza);

sottomisura 2.3: Sostegno alla formazione dei consulenti (tipo di operazione: Promozione della formazione dei consulenti).

SOTTOMISURA

2.1 – sostegno allo scopo di aiutare gli aventi diritto ad avvalersi di servizi di consulenza

Oggetto del contributo è la realizzazione di servizi di consulenza alle imprese agricole e altri destinatari, volta a stimolare la competitività e a guidare i destinatari verso un miglioramento della gestione sostenibile dei fattori di produzione.

Ai sensi del regolamento (UE) n. 1305/2013, la consulenza dovrà obbligatoriamente vertere su almeno uno dei seguenti elementi:

  1. – gli obblighi a livello aziendale derivanti dai criteri di gestione obbligatori e/o dalle buone condizioni agronomiche e ambientali di cui al titolo VI, capo I, del regolamento (UE) n. 1306/2013;
  2. – le pratiche agricole benefiche per il clima e l’ambiente di cui al titolo III, capo 3, del regolamento (UE) n. 1307/2013 e il mantenimento della superficie agricola di cui all’articolo 4, paragrafo 1, lettera c) dello stesso regolamento (UE) n. 1307/2013;
  3. – le misure a livello aziendale previste nei programmi di sviluppo rurale volti all’ammodernamento dell’azienda, al perseguimento della competitività, all’integrazione di filiera, all’innovazione, all’orientamento al mercato nonché alla promozione dell’imprenditorialità;
  4. – i requisiti definiti dagli Stati membri per attuare l’articolo 11, paragrafo 3 della direttiva quadro sulle acque;
  5. – i requisiti definiti dagli Stati membri per attuare l’articolo 55 del regolamento (CE) n. 1107/2009, in particolare il rispetto dei principi generali della difesa integrata di cui all’articolo 14 della direttiva 2009/128/CE e i requisiti che riguardano l’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari, nonché gli obblighi derivanti dall’adozione del Piano d’azione nazionale per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari (PAN),
  6. – le norme di sicurezza sul lavoro o le norme di sicurezza connesse all’azienda agricola;
  7. – la consulenza specifica per agricoltori che si insediano per la prima volta.

TIPO DI SOSTEGNO

Contributo in conto capitale che compensa parte dei costi sostenuti per il servizio di consulenza erogato, il sostegno concesso per i beneficiari copre l’80% del costo della consulenza erogata a dimostrazione dell’avvenuto pagamento del restante 20% da parte dell’azienda.

CONSULENTI

I prestatori di consulenza sono selezionati mediante una procedura di selezione aperta (Bando pubblico) a organismi sia pubblici che privati, tale procedura esclude chi è in conflitto di interessi.

Gli organismi  pubblici o privati selezionati per l’erogazione del servizio devono possedere adeguate risorse in termini di personale qualificato e formato, con capacità ed esperienza.

MODLITA’ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO

Il prestatore di servizi di consulenza (OATA s.r.l.) gestisce ed è responsabile dell’utilizzo dei consulenti: essi devono fornire il servizio nel rispetto delle norme previste dalle specifiche leggi professionali.

OATA ha scelto di utilizzare per questo servizio solo tecnici iscritti a Ordini e Collegi professionali.

AVVALERSI DEL SERVIZIO DI CONSULENZA DELLA MISURA 2

Chi è interessato ad avere servizi di consulenza finanziati dalla misura 2 può contattare la segreteria OATA srl al seguente recapito:

Sede Legale: Corso San Martino, 4, 10122 Torino
Telefono: 011.541338

Fax: 03211.56233

e-mail: info@oataitalia.it